Il Teatro - Emozionearte

Vai ai contenuti

Il Teatro

teatroIl Teatro

Il teatro è inteso come mezzo di comunicazione, espressione, vivere, esprimere e contenere le proprie emozioni; incrementare la socializzazione e l’integrazione; incentivare l’autonomia, l’espressione e la creatività individuale. Il teatro viene anche inteso come mezzo di comunicazione per le espressioni delle emozioni e la messa in gioco delle stesse; come strumento atto a rafforzare positivamente le qualità creative delle persone. Molte attività creative e artistiche consentono di sperimentare aspetti di sé stessi altrimenti difficilmente conoscibili, esprimibili e vivibili. Una delle cosiddette forme di arte-terapia applicabile in contesti anche molto semplici a tutte le età è la “teatro-terapia” che utilizza le potenzialità del gioco delle parti per sostenere interventi di prevenzione e del benessere, di educazione, di integrazione e di cambiamento. Le possibilità offerte dalla creazione e dall’interpretazione di ruoli, competentemente combinate alle conoscenze e competenze delle scienze psicologiche, consentono di creare percorsi di riabilitazione e programmi in grado di consentire e sostenere la cura della mente. In tal modo, attraverso la messa in scena di parti profonde dell’identità individuale, la teatro-terapia consente di maturare le competenze relazionali, di sviluppare le proprie risorse interiori e di accedere a risorse fondamentali per la propria salute e per il proprio equilibrio interiore, aprendo nuove vie ad esperienze di trasformazione e di guarigione. Uno degli obiettivi principali interessa come comprendere meglio chi si è e cosa si desidera essere una volta liberi da vincoli sociali. La condizione fondamentale perché qualsiasi obiettivo della teatro-terapia possa essere raggiunto è che venga creato un clima di gruppo in cui si favorisce la libertà di espressione di sé, la rinuncia al giudizio verbale e non verbale, in modo che possa essere intrecciata un’autentica comunicazione interiore e una possibilità di relazionarsi con gli altri partecipanti. La partecipazione ad un gruppo di teatro-terapia può essere efficacemente sperimentata anche da parte di chi non ha mai fatto esperienze teatrali di alcun tipo, dal momento che l’accento non è centrato sulle tecniche ma sulla possibilità di comunicare e di esprimersi creativamente attraverso i linguaggi teatrali.
Un altro obiettivo importante riguarda sostenere la crescita personale, la conoscenza e il potenziamento di parti di sé e della propria personalità. In questo senso questo metodo consente di perfezionare la propria comunicazione a tutti i livelli superando tensioni mimiche-espressive, posturali e blocchi emotivi di vario genere, allenando anche il non verbale e il para-verbale, pertanto è particolarmente consigliata per chi ha problemi di timidezza, difficoltà relazionali, disagio nell’esprimere il proprio parere, nell’affrontare esami o parlare in pubblico. In fine, con tale attività si vuole anche sostenere lo sviluppo della creatività, di abilità di memorizzazione e di possibilità di scaricare lo stress; il teatro con tale finalità è spesso adottato anche in attività rivolte a contesti aziendali e scolastici.
Detto ciò si può comprendere come l’interpretazione di ruolo in scena può consentire di esprimere delle parti di sé non quotidiane che ci si rifiuta di conoscere in prima persona, ma che possono essere vissute attraverso la dimensione sicura del personaggio che consente di sospendere temporaneamente le conseguenze delle proprie azioni pur consentendo di ascoltare i vissuti che il “rappresentare” può generare. Il teatro diviene, in tal modo, un gioco di ruoli, di espressioni delle emozioni e di sensazioni che, attraverso l’interpretazione di storie reali o fittizie, consente di esplorarsi attraverso tutti i canali verbali e non verbali. In questo senso il teatro assolve alla funzione terapeutica che nasce dal consentire la piena espressione e realizzazione di sé stessi, superando pregiudizi e stereotipi, accogliendo dolcemente le parti immature della propria storia o di se stessi che possono essere rimesse in scena nella finzione e re-incastrate nel proprio mondo interno. Dopo aver creato un luogo protetto di rappresentazione delle parti più intime di sé una persona può scoprire e ristrutturare la propria personalità attraverso il personaggio, lasciando cadere le maschere e accedendo alla propria vera identità, guidando una maturazione attraverso il gioco della finzione teatrale.


© 2018 - Associazione di promozione sociale “aea” (Attività Emozione Arte)
c.f. 91058770867
maps aea Sede legale - via Leonardo Da Vinci n°7, Enna – 94100
© 2018 - Associazione di promozione sociale “aea” (Attività Emozione Arte)
c.f. 91058770867
maps aea Sede legale - via Leonardo Da Vinci n°7, Enna – 94100
© 2018 - Associazione di promozione sociale “aea”
(Attività Emozione Arte)
c.f. 91058770867
maps aea Sede legale - via Leonardo Da Vinci n°7, Enna – 94100
© 2018 - Associazione di promozione sociale “aea”
(Attività Emozione Arte)
c.f. 91058770867
mps aea via Leonardo Da Vinci n°7, Enna – 94100
Torna ai contenuti